DISINFEZIONE CON RAGGI UV

La luce UV fornisce una rapida ed efficace inattivazione dei microrganismi. Quando batteri, virus e protozoi sono esposti alle lunghezze d’onda germicide della luce UV, vengono inibite le capacità di proliferazione ed infezione. I danni causati dai raggi UV agli acidi nucleici inducono l’inattivazione dei microrganismi. L’elevata energia associata gli UV a corta lunghezza d’onda, principalmente a 254 nm, viene assorbita dal RNA e dal DNA cellulare. Questo assorbimento di energia UV forma nuovi legami tra nucleotidi adiacenti, creando doppi legami o dimeri. La dimerizzazione di molecole adiacenti, in particolare la timina, è il danno fotochimico più comune. La formazione di numerosi dimeri di timina nel DNA di batteri e virus impedisce la replicazione e l’incapacità di infettare.

  • L’UV è un processo privo di sostanze chimiche.
  • L’UV non richiede il trasporto, lo stoccaggio o la manipolazione di sostanze chimiche tossiche o corrosive: un vantaggio per la sicurezza di personale operante in impianti e la comunità circostante.
  • Il trattamento UV non crea sottoprodotti di disinfezione cancerogeni che potrebbero influire negativamente sulla qualità dell’ambiente.
  • Gli UV sono altamente efficace nell’inattivazione di una vasta gamma di microrganismi tra cui agenti patogeni resistenti al cloro come Cryptosporidium e Giardia.
  • I raggi UV possono essere utilizzati per abbattere contaminanti chimici tossici congiuntamente ad un’azione disinfettante. 
  • I costi operativi del sistema di disinfezione mediante raggi UV  prevedono la sostituzione annuale delle lampade ed il relativo consumo elettrico.
  • Gli UV eliminano e riducono immediatamente minacce per la salute legate all’utilizzo di sostanze chimiche riducendo il costo associato al trasporto ed alla manipolazione delle stesse.
  • I costi legati a spese di amministrazione, di gestione rischi, di pianificazione delle emergenze ed alla formazione degli operatori vengono minimizzate e/o eliminate con l’impiego della tecnologia a raggi UV.

DISINFEZIONE CON OZONO

I microrganismi causano problemi in vari luoghi: in un contesto clinico i batteri possono causare epidemie pericolose. L’ozono, impiegato anche in basse concentrazioni, può essere usato come disinfettante chimico per uccidere batteri e virus. Il tempo di trattamento può variare in funzione del grado di disinfezione desiderato. Le tecnologie no-touch prevedono l’impiego di lampade UV unitamente all’azione di sostanze chimiche disperse come aerosol o gas per la distruzione di microrganismi. Rispetto ad altri metodi di sanificazione dell’aria, l’ozono è in grado di  disinfettare efficacemente grandi volumi d’aria, neutralizzando microrganismi e virus. Pertanto risulta essere ideale in contesti medici come ospedali e sale di attesa. Fattore determinante risulta essere il tempo impiegato per l’abbattimento di microrganismi.

  • I sistemi di sanificazione a raggi UV spesso hanno una finestra di tempo molto breve per irradiare l’aria e quindi devono aggiungere molta energia per garantire una disattivazione sufficiente in questo breve tempo, la pulizia con una soluzione di pulizia è limitata dal tempo necessario all’asciugatura della superficie mentre l’ozono continuerà ad attaccare i batteri fino a quando non si decompone naturalmente o viene rimosso. Ciò consente alle soluzioni di ozono di aumentare significativamente il risparmio energetico. 
  • L’ozono viene prodotto in loco dall’ossigeno presente nell’aria ambiente, una materia prima abbondante e gratuita. 
  • Niente da acquistare, trasportare e conservare.
  • Nessuna manipolazione e rifornimenti necessari.
  • Nessuno spreco. 
  • Nessun residuo. 
  • I nostri sistemi combinati di ozono consentono anche di risparmiare tempo e denaro.
  • L’operazione è automatica con minima manutenzione e costi operativi molto convenienti.
Disinfezione ClorinaDisinfezione UV
Disinfezione con prodottiSINO
Residui chimiciSINO
CorrosivaSINO
Rischi di sicurezza per la comunitàSINO
Efficacia su Cryptosporidium e Giardia effectivenessNOSI